Un anno fa.

Pubblicato: 17 dicembre 2007 da massitutor in asfalto fuoriporta, felicità, lavoro

Cosa scrivo e per chi? Per noi tutti. Di un lungo anno di Asfalto e un po di me.
A Natale di un anno fa non vedevo la speranza e volevo entrare a "Sampa". Pensavo che potevo andare solo li per risolvere i miei problemi.
Però! Non mi hanno preso.
Pensavo che mi fosse cadutto tutto addosso, che era finito tutto. Ero distrutto, deluso, non avevo la speranza. Ho passato tutta la lunga note di Natale nel grande bidone del rusco per il cartone, vicino a un supermercato. Pensavo che era meglio morire. Non lo auguro a nessuno.
Mi pasavano per la testa mile pensieri: ero spaventasto all’idea di partire da zero. Senza nessuna idea senza niente. Qui a Bologna Asfalto andava avanti e per me era l’unica speranza; mi hanno datto una piccola borsa lavoro qui al laboratorio e mi tocava andare piano piano avanti. Mi rimaneva solo di lavorare e sperare le cose andassero sempre meglio.
Dopo un po’ la coop "La Strada" mi ha offerto di ricostruire il loro sito internet
www.cooplastrada.it. E così ho iniziato a collaborare con la cooperativa, dove lavoro ancora adesso. Lavoravo alla gestione dei bagni, adesso lavoro al canile. E’ un lavoro molto duro e che non mi piace, però credo in un futuro migliore. Intanto continuavo a frequentare il laboratorio e Asfalto mi riempiva il tempo libero.
Perchè vi scrivo queste cose? Perche adesso ho capito che se c’è l’impegno i risultati arrivano sempre. Dopo l’estate mi sono divertito nello stand della cooperativa alla festa dell’Unità. E’ stato duro questo anno, però ne valeva la pena: adesso ho un contratto con la coop La Strada e posso andare avanti. Una piccola sicurezza. Adesso continuo a lavorare al canile, non è un lavoro che mi soddisfa però è necessario. Inoltre proverò anche a lavorare nel laboratorio come assistente e per me questi sono passaggi importanti. Adesso anche una nuova gratificazione: con www.cooplastrada.it abbiamo vinto un premio nazionale di Legacoop per i miglori siti internet cooperativi. Per me è stata una sorpresa eccezionale, che non mi sarei mai aspettato. Vincere il premio è stata una cosa importantissima, ma andarlo a ritirare, insieme a Massimiliano, è stato ancora più bello: io non ho viaggiato molto e vedere Roma per la prima volta è stato molto emozionante.
Che voglio dire con questo? Posso assicurarVi che vale la pena impegnarsi e tirare avanti con tutto il lavoro quotidiano. Perche adesso veramente sto racogliendo un po’ di frutti; solo che questo non è la fine, ma è solo l’inizio. Ho assaggiato come può essere la vita bella e che vale la pena andare avanti.
Non so se la rete mi ha salvato la vita, magari è così, magari no. Però posso dire che Asfalto mi ha aiutato tanto. Asfalto è un gruppo che sta crescendo in continuazione, sta diventando un gruppo molto forte che può aiutare a molti di voi. Cominmcia ad essere una voce, in città, che è ascoltata da tante persone, nel circolo del sociale, ma non solo.
Vi saluto tutti quanti e buon Natale da chi un anno fa credeva di essere finito, mentre oggi si sente solo all’inizio.

Anzi, vi propongo, facciamoci un proponimento prima dell’anno nuovo: qual’è la cosa più importante che vorreste ottenere nel 2008?

commenti
  1. simpit ha detto:

    complimenti andrej da pietro e barbara (quella persona alla quale hai graffiato l’auto!!) con il premio ha detto che ti puoi permettere adesso di risarcire il danno!tiè!!!!!

  2. anonimo ha detto:

    Andrej scendi dal piedistallo e fatto di polistirolo,cosi bravo poi non sei.non fai altro kè rompere le balle.ma vattene al tuo paese!!!!!!

    da uno chè ti vede tutti i giorni

  3. anonimo ha detto:

    Bravo, invece, bravissimo!
    Continua così Andrej.
    Si costruisce tutto piano piano, si mettono insieme i piccoli pezzi giorno per giorno e alla fine qualcosa di bello arriva sempre e, con esso, anche i risultati di tante fatiche e tanti sacrifici.
    Basta non perdere la speranza e rendersi conto di quando si tocca il fondo…è a quel punto che bisogna cominciare a risalire – punto – perchè in qualche modo qualcosa succede e la vita va avanti.
    C’è sempre qualcosa per cui vale la pena vivere…a volte questa cosa non si vede, a volte non la riconosciamo subito, a volte bisogna solo aspettare…ma quando arriva siamo così contenti e soddisfatti che non capiamo come abbiamo fatto a non accorgercene prima!
    Complimenti ancora Andrej!
    La foto a Roma parla da sola…

  4. anonimo ha detto:

    quando ti arrestano pensa a quelli che sono dentro per causa tua che ti aspettano a braccia aperte e che non vedono l’ora di farti la festa con un gran bel premio. Tu scordi ma loro no di certo speriamo che sia al piu presto. AUGURI da tutti i tuoi amici ahahahahahahah

  5. anonimo ha detto:

    Testa di cazzo io non sono ne un tossico ne un pregudicato sono una persona chè lavora.forse la festa qualcuno l’ha fara’ a te non vedo l’ora

  6. anonimo ha detto:

    Senti com.6 perchè non vai a farti un giro……invece di rompere,sei x caso geloso di Andrej? PENSO PROPRIO DI SI. lo stesso discorso vale x il com.4 ciao ciao

    Cinzia

  7. massitutor ha detto:

    In questi anni di lavoro tra le vite di strada una delle cose che mi ha sempre fatto più tristezza e più sdegno è la guerra tra poveri. E’ una cosa viscida e scomoda che nessun romanzo racconterà, ma pazienza: Asfalto è qui anche per questo, per raccontare addirittura la realtà della cattiveria, dell’ignoranza e del rancore codardo che serpeggia in strada. Questo è, a volte, sì le cose stanno così. Spesso (non sempre per fortuna) chi non riesce a fare un cazzo di buono non trova di meglio da fare che sparare merda su quello che sta a fianco…rubando ai ladri e truffando i truffatori. I tantissimi commenti di lettori che ci vogliono bene e capiscono i nostri percorsi si mescolano a questi pochi vigliacconi, ma in fondo va bene così: Asfalto, ripeto, è anche questo e poi a ‘sti diavolacci sbavanti invidia e rancore in fondo siamo affezzionati. Magari sono quelli che ci dormono accanto, magari ci siete andati a “spendere” assieme e chissenefrega!
    Non scrivo qui per rispondere a questi sbocchi di invidia e ignoranza, ma una cosa ci tengo a dirla: il premio in oggetto è certamente frutto di un lavoro di squadra, ma il sito l’ha ideato e disegnato Andrej…questo è un fatto. Poi certo cosa farebbe un bravo fornaio senza forno? Niente! Ecco: noi gli abbiamo dato il forno, lui ha accettato la sfida e ha saputo fare del buon pane. Punto. Certo nessuno è indispensabile, come nessuno è totalmente inutile, ma di sucuro – anche qui su Asfalto – niente sarebbe lo stesso senza il lavoro e la partecipazione di Andrej, Ma questo vale un po’ per tutti: il mio stesso lavoro non avrebbe senso senza la partecipazione di tutti voi, mi riferisco soprattutto ai ragazzi che vivono il laboratorio ovviamente.
    Vorrei che ci fosse un premio per ogni volta che riuscite ad alzare la testa, vorrei che ce ne fosse uno per chi riesce ad andare al canile a lavorare, giorno dopo giorno, con la pioggia e tutto; vorrei un premio per chi ogni mattina si prende su e va a lavare i cessi del Centro diurno… ma purtroppo questo premio non c’è, c’è solo un piccolo stipendio e un bel po’ di dignità. Quindi prendiamoci i pochi premi che la vita ci da, col sorriso sulle labbra. Soprattutto quando sono meritati, come questo.

  8. simpit ha detto:

    pensiamo Max al lato positivo.Chi ha vissuto la strada può raccontare anche altri momenti di invidia:si invidiava chi aveva il pusher (spacciatore) più fornito della piazza,chi svoltava con facilità la giornata o chi riusciva mettere a segno con fortuna un bel colpo ecc. ecc.Se esistono delle dinamiche negative e se uno dei nostri obbiettivi sono romperle e creare altri interessi altre passioni,allora un piccolo passo lo abbiamo fatto.

  9. anderlet ha detto:

    Che dire sono contentto per tutti i comenti che sono. Perchè per me significa che asfalto è letto in modo brutto o modo bello. Per me e importante che le persone legono il Asfalto e quello mi fa molto piacfere. Grazie per tutti i comenti brutti o belli.

  10. anonimo ha detto:

    ragazzi mi inserisco in questo pollaio per farvi tanti auguri a tutti, complimenti per il premio le gratificazioni fanno sempre piacere e chèchè ne dica chiunque voi ve lo meritate. augurissimi e che il prossimo anno vi porti ancora più soddisfazioni. Ciao tutor occhio ai cotechini non vorrai rovinare tutto il lavoro massacrante fatto sulla ciccia.
    un abbraccio Massimo M.

  11. massitutor ha detto:

    Ci starò attento caro Massimo! Comunque spero di buttare giù qualcosa di buono insieme a te, presto… Magari venerdì prossimo alla Mameli…chissà.
    Comunque al di la di questo dibattito mi dispiace che nessuno abbia risposto all’ultima domanda: quella sui proponimenti… magari comincio con i miei:
    proponimenti 2008:
    1) trovare un compromesso accettabile con i miei capelli
    2) andare a nuotare due volte alla settimana al villaggiodelfanciullo
    3) avviare una falegnameria sociale che esiste già ed è in via di selva pescarola;
    4) far uscire la nuova grafica di Asfalto,
    5) Ritrovare il tempo dello studio, combattere l’analfabetismo di ritorno con qualche buon libro. Leggere grandiosi romanzi e illuminanti saggi. Passare un po’ meno tempo sui blog e provare a fissare qualcosa di buono in testa.
    6) fare in modo che la fine del 2008 sia meglio della fine del 2007, o quanto meno diversa.
    7) studiare un po’ di musica, nel senso di metodo.

  12. stefi71 ha detto:

    sarebbe legico pensare che tra persone che vivono un disagio comune, che sanno cosa è la povertà e quali le conseguenze sociali si crei una specie di solidarietà comune, un filo invisibile che tiene uniti gli uni con gli altri..un aiuto morale..ma non è così. Anch’io ho vissuto sulla pelle la guerra tra poveri, una guerra cruda e inesorabile, che in realtà non ho mai ben compreso, cioè posso capirla, è il solo modo per qualcuno per risollevarsi dal nulla che sta vivendo, ma non serve a nessuno. Questa però è la realtà!
    Andrej goditi i tuoi successi e fregatene, tanto le persone che avranno da dire ce ne saranno sempre. Che bella Roma, vero? A volte anche un piccolo viaggio serve a farci sentire meglio per affrontare il quotidiano con più forza.

    I miei propositi per l’anno nuovo??
    riuscire a trovare la MIA vita
    studiare
    leggere di più
    stare più vicina, non fisicamente, ai mei figli
    tornare più spesso a bologna per stare insieme ai miei amici
    volermi più bene, anche se so che specialmente adesso, devo contare soltanto su me stessa.

    Auguri a tutti i ragazzi del laboratorio…..

  13. simpit ha detto:

    Ciao Stefy è vero ci sono i propositi per l’anno nuovo.dunque, io ai propositi dell’anno nuovo rinnovo l’abbonamento.Già ci sono abbonato e ancora aspetto gli arretrati.
    1′: curare la mia lunga malattia
    2: riabilitare il restante 99 per cento della mia materia cerebrale che non funziona ,causa quel maledetto coma, e rimetterla subito al lavoro visto che tutti se ne approfittano.
    3: riprendere a suonare
    4: smettere l’ultimo dei vizi il più difficile forse che è quello di fumare,visto che i polmoni oramai non ci sono più.
    e 5:non lo dico senò la mia donna mi dà una bastonata in testa.
    ciaaaaaaaaaooooooooooooooo e buoneeeee festeeeeeeeeee a tuttiiii

  14. cecizia ha detto:

    Farcela, è dura. Bisogna rimboccarsi le maniche e non scoraggiarsi, avere forza di volontà (che è la cosa più difficile) e lasciar scorrere le malelingue.A volte gli insuccessi possono buttarti giù, ma bisogna pensare che la voglia di andare avante avanti è più forte e che di fronte ci sono 1000 porte che si aprono e occasioni da non perdere.
    Bravo Andrej,
    da una che ” c’è l’ha fatta”
    P.S. Roma è la città più bella del mondo

  15. simpit ha detto:

    Alla grande anche ce l’hai fatta Ceci.Mi ricordo di te all’isola come fosse ieri (nonostante i miei famosi handicap di mem) sei un’altro ottimo esempio di forza di volontà,intelligenza e anche di fortuna ad aprire la porta giusta fra le mille e trovare l’occasione giusta.Conoscete tutti la Cecizia?Stupenda ragazza

  16. anderlet ha detto:

    E mio proposito dell’anno nuovo? Trovare la serenità e tranquillità. E quella posso raggiungere solo con la testa sana.
    Buon Natale a tutti a che il 2008 è meglio come 2007.
    Grazie di tutto.

  17. ghiaccioblu ha detto:

    caro andrej ( e massimiliano, e tutti gli altri): complimenti! per la tenacia, e la passione…che mi sa sono le cose più importanti in assoluto, nella vita. non passo a trovarvi da parecchio…a bologna sono tornata per pochi giorni e già riparto (per l’Africa, stavolta!) ma a febbraio spero di esssere di nuovo dei ‘vostri’. grazie sempre per il vostro lavoro e per le vostre ‘voci’.

    un abbracco forte

    simona

  18. ghiaccioblu ha detto:

    abbraccIo, con la I. l’abbracco è una via di mezzo tra un ‘bracco’ (che è un cane) e l’abbacchio… ;-)))

    s.

  19. massitutor ha detto:

    Ciao Simona! Un viaggio in Africa!? Che curiosità… Speriamo di vederci… quando passi avvisami che porto il tuo libro: me lo dovresti autografare.
    Spero riuscirai a vedere l’ultima intervista che ho pubblicato, quella di Andrej.
    Beh, che dire? Buon viaggio.

  20. anderlet ha detto:

    Simona ti auguro buon viaggio in Africa. Posso chiederti una cosa? Se vai in sud Africa, portami i diamanti minimo da dieci carati. Grazzie. E ti auguro un meraviglioso viaggio. Speriamo di vederci prima o poi…

  21. anonimo ha detto:

    cari massi e andreJ: vado in Sierra Leone e quindi, A, la questione dei diamanti è cruciale. Non credo proprio che te ne porterò… può andare una collana di perline? Parto domani e torno a fine mese. Appena sono a Bologna mi faccio sentire.

    s

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...