Archivio per marzo, 2009

Questa sera dalle 19

Pubblicato: 31 marzo 2009 da massitutor in amicizia, gite, lavoro, musica, week end a scrocco

E’ l’ultimo giorno dell’emergenza freddo. Questa struttura che ha ospitato decine, centinaia di persone durante questo inverno oggi chiude. Ci troviamo proprio lì per salutarci e salutare la primavera… Strano e beffardo che tutto ciò accada sotto una pioggia battente. Comunque ci sarà la musica e la cena offerta dalla Caritas della Mensa di via Santa Caterina che ci aiuteranno a pensare al futuro con un po’ di speranza. Qualcosa può cambiare. Deve cambiare!

Una nuova povertà

Pubblicato: 30 marzo 2009 da massitutor in assistenze e bisogni, famiglia
Chaplin_The_KidHo letto un articolo sulle separazioni coniugali, grave problema sociale dei nostri tempi, e mi ha colpito soprattutto la situazione che vivono tanti padri, chiedendomi appunto se il loro disagio non sia un’ altra via verso la povertà, nel senso che ormai la povertà non raccoglie le sole persone indigenti ma anche persone che hanno sempre lavorato e che una volta separatosi dalla moglie vive un disagio che magari per lui era prima inimmaginabile. Ovvero di solito è il più penalizzato tra i due coniugi sia a livello economico che dal punto di vista familiare. In questo senso la provincia di    Bolzano ha approvato un progetto che prevede la costruzione di case-albergo per padri separati dove si permette loro di vedere i propri figli in un ambiente tranquillo sia per lui che per i figli, nel senso che tante volte dopo la separazione, i padri si trovano a vivere in appartamenti fatiscenti, in macchina o addirittura in strada. Cosi facendo invece almeno dal punto di vista familiare il disagio è minimo. Ma dal punto di vista economico? A volte è un disastro. Purtroppo a volte si vengono a creare anche situazioni limite dove la fatica a tornare ad una vita normale ti porta anche ai margini, ad aver problemi di alcool o altre dipendenze per sfuggire da quelli reali. Questo aspetto, anche se in modo minore tocca anche le donne, senza dimenticare i figli, che sono i più colpiti da una separazione che è comunque un dramma per tutti e arriva a coinvolgere anche gli altri componenti della famiglia, zii, nonni, ed in generale la base compatta delle due famiglie. Si vengono a creare crepe e divergenze che in origine non esistono, a volte usando i figli  come merce di scambio del proprio egoismo. E’ un problema serio dove le responsabilità, gli spazi con i figli e gli aiuti economici che la legge prescrive in questi casi, venga diviso equamente, e dove il genitore più disagiato venga aiutato e non lasciato a se stesso in una situazione difficile da gestire, perché sono situazioni non volute ma che accadono,  perché ciò che fa più male è la rottura di affetti che non sono purtroppo sostituibili, ma possono essere aiutati in modo da non intaccare la sensibilità e la dignità di una persona.

E' la crisi, Baby

Pubblicato: 27 marzo 2009 da massitutor in assistenze e bisogni, politica

Spazi e moltitudini: Il sogno americano diventa un incubo e la gente si riversa nelle strade, nei campi e nei giardini, dentro a tende, macchine, roulotte. La grande prateria è di nuovo vissuta e abitata dal nuovo popolo migrante degli Stati Uniti. Un far west però molto diverso da quello dei film: un deserto senza speranza e senza le condizioni minime di vita. Caos, spazzatura, polvere, niente corrente elettrica e condizioni igieniche ai limiti. E’ la crisi: basta perdere il posto di lavoro, non riuscire a pagare il mutuo, una separazione o una malattia ed eccoti a vivere in una Tent City o shanty towns che dir si voglia. Migliaia di persone, negli ultimi mesi, stanno perdendo la loro condizione di cittadini e stanno diventando homeless. Intere famiglie in tendopoli, al freddo, anche sotto la neve dell’inverno appena passato.
Cosa si prova a montare una tenda igloo per andarci a vivere? Magari è la stessa tenda che l’anno scorso hai usato per un bel fine settimana con la famiglia al lago ed ora è tutto quello che hai e che hai da offrire ai tuoi cari. Solo qualcuno qui lo può capire: molti conoscono cosa significhi scivolare lentamente in strada, rosicchiando pezzi di vita strada facendo. Questa è una storia diversa. E’ storia di moltitudini che ritornano alla terra, ma la terra qui non è madre, è una crosta dura che ha da offrire solo la sua vastità.

Per i dettagli, per sapere cosa dice il presidente Obama o cosa fa il governatore Schwarzenegger leggi questo articolo.

Chi oggi è ai margini del presente una volta è stato a lavorare al CERN, a Ginevra, dove c’è l’accelleratore di particelle più grande del mondo. Succedeva molto tempo fa, Ilario racconta. La macchina del tempo è la memoria e un ricordo è la particella del tutto.

Questo video si può guardare anche su Youtube.

Noi Blogger

Pubblicato: 21 marzo 2009 da massitutor in stampa alternativa
blog_magazinFinalmente trovo un attimo di tempo per parlarvi di un nuovo progetto presente in rete da qualche giorno, si tratta di Blog Magazine Marzo 2009 una "rivista elettronica gratuita scritta da soli Blogger fruibile in modalità sfogliabile Flash e in formato PDF" e sitto Blog Magazine (betta).

L’ideatore è Giuliano Ambrosio che con essa si pone l’obiettivo di  "sperimentare la condivisione di idee e conoscenza tramite un nuovo media di rivista sfogliabile/cartacea".
Lo trovo un progetto molto interessante che si occupa dei più svariati argomenti tra cui Webdesign, Internet, Hi-Tech, SEO, ma anche di Gossip, Cinema e molti altri argomenti.
Blog Magazine è stato realizzato con molta cura ed è un appuntamento cui nessun Blogger dovrebbe mancare! Ma più di mille parole vale dare un’occhiata, credetemi ne rimarrete affascinati, come lo sono rimasta io.

Una delle gite che facciamo ogni tanto. Partiamo dal Centro Diurno di via del Porto con una muta di cani che potrebbe trainare una slitta e via a passi stanchi verso il centro. Questa volta la destinazione è la Pinacoteca di Bologna, dove è allestita una mostra del famoso disegnatore Charles Burns.

 
Dove-andare_LOGORiportiamo un articolo tratto da Il Bologna di mercoledì scorso. Si tratta di un passaggio importante nella gestione dei servizi sociali a Bologna. Purtroppo in qualche brano si intuisce che chi ha scritto il pezzo non conosce molto bene l’argomento (li omettiamo per generosità), comunque la notizia è il passaggio di consegne alle Asp. Stiamo con gli occhi e le orecchie aperti e buon lavoro.

"Martedì prossimo la Giunta darà esecutività, dopo un iter lunghissimo, ai contratti di servizio fra il Comune e le 3 nuove Asp: Irides, Giovanni XXIII e Poveri Vergognosi. Dal primo aprile inizierà la loro attività che sarà scaglionata fino al pieno funzionamento. La durata dei contratti è di 9 anni e il Comune ha investito nell’operazione 25 milioni di euro. Di loro competenza e più precisamente dei “Poveri Vergognosi” sarà anche il trattamento delle tossicodipendenze, (…). Si occuperà invece di assistere i consumatori atipici di droga un nuovo “laboratorio consulenziale” che inizierà la sua attività verso giugno. (…)"