LA LIBERTA' E' UN'ABITUDINE

Pubblicato: 26 luglio 2006 da massitutor in libertà, tutto cominciò così

millaMi chiamo Lubna e vivo a Bologna, volevo parlarvi della libertà. La mia città x es. è considerata molto free è x questo che molta gente si trasferisce qui pensando che a Bo tutto sia permesso tipo Babilonia e nel migliore dei casi si ritrovano con un bel foglio di via xchè comunque tutto il mondo è paese e la cosa più importante dovunque tu sia è il rispetto x le altre persone, non è di questo che comunque volevo parlare. Io Bo la vivo piccola e provinciale forse xchè ci ho sempre vissuto, penso che oggigiorno non ci siano posti in Italia dove gente come me possa sentirsi veramente libera di portare avanti il proprio stile di vita e le proprie convinzioni senza sentirsi una minoranza emarginata. I governi che si susseguono continuano a rosicare i limiti di libertà personale degli individui soprattutto di coloro che non si omologano a dictat di Grandi Fratelli e Marie De Filippi, ma anche queste contestazioni ormai sanno di luogo comune: l’unica ragazzi è emigrare! sì andare via basta lamentarsi non serve, lottare poi, mica puoi farlo x sempre e allora via basta depressioni, basta mancanza di pilla, basta società che ti chiede di essere sempre più preparato, sempre più squalo, sempre più solo, voglio alzarmi la mattina e essere in Africa cazzo o in Olanda dove posso farmi un cannone senza rischiare il carcere xchè questa è la realtà del nostro paese. Quante volte ho pensato di farla finita xchè sono un soggetto che non si trova bene all’interno di una società capitalista, io mi accontento di poco ma gli altri non sono contenti di me e sono sempre più frustrata. Ma tante volte noi ci scordiamo che il mondo è grande e siamo così presi dai nostri problemi da non capire che a volte basta prendere un aereo e ricominciare semplicemente a una latitudine diversa, forse siamo semplicemente nati in un posto sbagliato, non abbiate paura del cambiamento, date un taglio alle lamentele e alle insoddisfazioni EMIGRATE!

commenti
  1. Slasch16 ha detto:

    non venire a milano, e’ peggio

  2. DecadentDandy ha detto:

    Post bellissimo..soprattutto le ultime frasi.
    Peccato che manchi il coraggio di ricominciare altrove!

    S-J

  3. annadellaporta ha detto:

    lo faccio continuamente…

  4. clavedio ha detto:

    un’amica l’ha fatto, ora vive a barcelona. vivacchia come si vivacchia quì.
    tutto il mondo è paese, lo dicevi tu.
    la società non ci omologa, ci costringe a farlo. questa è la libertà che pensavamo di avere conquistato nel 45??? la nostra generazione non ha avuto mai vere proibizioni, perciò non ha avuto mai bisogno di tirare fuori i c…ni.
    io avrei dei problemi a emigrare, credo che mi porterei dietro gli stessi problemi che ho quì. non so se scappare sia una soluzione.
    personalmente cerco di liberarmi dai vizi, sia quelli vietati (come le droghe) che quelli più subdoli (non seguo calcio&televisione da anni, per esempio) con il risultato di isolarmi giorno per giorno. però ci vedo un po’ più chiaro. non faccio l’eremita, però capisco con chi vale la pena di condividere qualcosa.
    non posso comunque dire di stare bene… vorse un giorno emigrerò davvero anch’io, piuttosto di farla finita!

    P.S. sono uno di quelli che avrebbe voluto trasferirsi a BO perchè la vede come crogiuolo di artisti, musicisti, sconvolti… probabilmente hai ragione tu, però non immagini cosa vuol dire abitare nella campagna bigotta o nella milano soffocante!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...