Le mie prigioni (lettera 4)

Pubblicato: 10 agosto 2007 da massitutor in carcere

"BO" 26 07 2007

Ciao amici del blog, vi scrivo per salutarvi, ma nel post vogilo dare lo spazio a un ragazzo  che mi sta facendo, compagnia all"interno delle mura del carcere della dozza.
ciao
con stima Dario

mie_prigioni_3

"LO SQUALLIDO CEMENTO DELLA DOZZA"
La mattina inizia il travaglio: terapia, caffè, i passi delle guardie e le loro chiavi che sbattono nella tua mente, l’aria nello specchio di vecchi carpentieri, le scritte in lingua diverse, la tua, il rientro, il pranzo, lei non cè. Non puo esserci perchè l’hai tradita perchè hai sbagliato per l’ennesima volta. Alienato dalla paura di ritornarci, alienato dal fatto che il fine pena è vicino ma è vicino anche ritornare alla tua dannata esistenza. La strada. Perchè di essa non ti è rimasto niente, anche se qualcosa ti deve ancora: la speranza. Questa è una mano che scrive guidata da un cervello intrappolato dalla malinconia, dalla solitudine in mezzo al frastuono. Lei non cè, non puo èsserci. L’hai voluto tu, perchè vivi senza regole nel caos ma ci stai bene in fondo. Lo sbaglio ti appesantisce il bagaglio, le idee si annientano in un attimo di malinconia. L importante è sopravvivere, scrivere due righe a tua mamma quando hai la fortuna di averla ancora. In questo labirinto cè una via di uscita e nel giorno giusto ritroverai tutto quello che è possibile ritrovare, ovviamente.
ciao mamma ciao Dany.
By Tony

"NON C’E’ CURA NON C’E’ LEI, C’E’ QUESTO SFOGO"
Tra le chiacchere soffocate dal solito coatto panorama. All’improvviso scopri che anche qui cè cualcuno. Qualcuno che non conosci e forse non vorresti conoscere mai ma tra l’angoscia e la poca fede che ti rimane ascolti, parli, racconti, buio, storie, storie a volte uguali, ad un copione di uno strano film che non vedrai mai perchè lo stai recitando. Quando entri in galera la prima cosa è sperare di trovare quel qualcuno che diventerà tuo amico. L’amicizia è difficile da coltivare specie in questi luoghi ma è fondamentale e ti rende libero per un attimo. Quando sei libero ne hai tanti, nascono e muoiono ma purtroppo ne hai bisogno. Sei solo. A volte vieni emarginato, messo nel dimenticatoio. C’è chi come me dice che in galera non esiste l’amicizia e c’è chi dice che in galera nascono le migliori.
Quando inizi a capire la galera arriva l’ora di uscire e quando rientri rinizi tutto da capo. Siamo bombardati  da una 14 pollici costantemente. Quando ci riusciamo perdiamo per un pò il senso di chiuso ma in testa cominciamo a creare una libertà immaginaria. Io sogno ad occhi aperti, vivo incubi nelle notti insonni. Qui non c’è niente che ti possa rieducare a parte la tua coscenza. Qui Dio entra facilmente. Entra la voglia di crederci ancora.
Ciao mangiacasse di tuto il mondo: dopo tanto silenzio un frastuono vi richiamerà, inizierà la festa, sperando che in galera non ci ritorni mai più!
A Riccardo, Marco, Embeded Tribe, Dario M., i ragazzi della sezione e di tutte le altre, la sezione femminile e di tutti gli altri posti. A mamma, Ilena, Marilena, a u Boss, a lei, a tutti coloro che navigano e trovano questo blog.
Per il resto e per chi sente il senso di appartenenza, un invito a scrivere su ogni muro con ogni cosa e in ogni stato: NOSTRA PATRIA TUTTO IL MONDO, NOSTRA LEGGE LA LIBERTA’"!
By Tony

commenti
  1. simpit ha detto:

    ciao Dario salutaci i tuoi amici non so se avrai modo di leggere le nostre righe,ma tutti noi leggiamo sempre le tue storie e ti stiamo vicini.Saluti da Pietro,M.Grazia e Francesca N.

  2. laertetranquilo ha detto:

    Ciao Dario un saluto a te e tutti i tuoi amici.Ti stiamo tutti vicini,coraggio non sei solo.Ricordati che tutti gli uomini sbagliano e commettono degli errori,tu sei ancora giovane e hai tanta vita davanti a te,fa si che questo attimo di spazio possa servirti per migliorare la tua vita .ciao dario

  3. anonimo ha detto:

    ciao dario e toni e tutti gli amici che leggono da lì il nostro blog..non è facile lo so, anche se non ho trascorso molto tempo in carcere, conosco bene i sentimenti e le paure che scaturisce
    un augurio particolare a Dario, dopo tanta fatica spero che il sole venga a sorgere anche da te…un abacio a tutti.. stefania

  4. anonimo ha detto:

    sono mimmo e la dozza fà pietà.

Rispondi a laertetranquilo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...