Il Vampiro innamorato

Pubblicato: 1 ottobre 2007 da massitutor in droga

la russaDovete sapere che io e il vampiro siamo  amici d’infanzia e come tutti i vecchi amici fanno subito pace come cosi è successo.  Molte ore dopo torno a casa del vampiro e lo trovo come al solito attaccato al video gioco con la spada attaccata al collo. Già: avete letto bene.. e gli dico <<ciao stronzo>> e lui <<ciao merda, guarda cosa mi hai fatto al mio labbro!>> e cosi torniamo amici. Gli dico <<togliti quella siringa dal collo!>> e lui con gli occhi mezzi chiusi: <<ora sto giocando…>> allora io mi avvicino a lui e gliela tolgo, mi guardo un po’ in giro e vedo buste di merendine sparse dappertutto, siringhe dappertutto, sangue per terra, merda del suo cane in giro per tutta la casa; uno schifo incredibile e poi una puzza che non vi so’ spiegare. Non ci sono neanche le finestre perché lui abita in un seminterrato e le finestre che ci sono sono fatte a bocca di lupo e per fare uscire tutta quella puzza prima che vada via ci vogliono ore ed ore. Il vampiro non si lava mai però gli piacciono i vestiti di marca quando si cambia si mette la roba pulita senza lavarsi… che schifo: delle volte glielo dicevo anche e lui bugiardissimo <<guarda che mi sono già lavato!>> si!… rispondo io… <<sì, la faccia da culo che hai>> e lui <<ma vaffanculo!>>. Quel giorno siamo usciti insieme ricordo che era una bella giornata di sole. Io vestito molto sportivo e lui con i suoi occhiali scuri, stivali a punta di pitone, il suo inseparabile cappotto che io ormai ne avevo la nausea e ci mettiamo a girare per il centro ed a qualche metro vicino sentiamo una voce che chiamava il mio amico vamp…. Vedo che lui si avvicina  a sta ragazza con entusiasmo e iniziano a parlare, lei era una vecchia amica di vamp che me la presenta; lei quel giorno era appena scappata dalla comunità, era molto carina: bionda occhi azzurri e uno sguardo un po’ incantato, allora gli dico: <<da dove vieni?>>, <<Dalla Russia>> risponde e io <<cazzo!…>> ci facemmo una risata e ci incamminiamo verso casa del vampiro perché  era l’ora della sua medicina. Arrivati a casa il vamp inizia subito a preparare  la sua prima dose e dopo essersela ignettata accende lo stereo a tutto volume e inizia a fare lo scemo con la russa io prendo una birra dal frigo e una la offro a lei dopo poco tempo eravamo tutti e tre un po’ sballati e iniziamo a ballare tutti vicini ci buttiamo sul letto e ci facemmo una canna; lei aveva un gran bel culo e io glielo toccai; lei non mi disse niente anzi mi faceva capire che la cosa gli piacesse e io continuai senza che il vamp se ne accorgesse, con la fatanza che aveva potevo anche scoparmela li che lui proprio… Lei prende su e va in bagno io la seguo e… Voi pensate che me la sono fatta?  Màh, chissà: forse sì o forse no. Nel frattempo il vampiro si sveglia dalla sua lunga fatanza e non vedendoci ci chiama <<hhhoooo dove siete?!>> io <<siamo in camera mia!>>. (Una cosa che non vi ho detto è che io convivevo con il vampiro e avevo una camera tutta mia). A quel punto il vampiro si ingelosì e, con una faccia un po’ incazzata, ci disse <<che cazzo fate ?!!>> e noi: <<stiamo parlando perché?!…>>. All’ inizio Natalì non piaceva tanto al vampiro, poi se ne innamorò profondamente al punto di smettere di farsi. Invece come io avevo gia capito: a lei interessava solo la roba e io glielo dicevo sempre a lui, ma non credeva alle mie parole anzi mi diceva <<tu dici cosi perché piace anche a te.>> Io lo lasciai fare, lui ormai era diventato succube di lei, dormivano insieme e scopavano ma lei lo faceva solo allo scopo di farsi. Tutto questo durò circa un mese, poi lei sparì come un fantasma e senza neanche farci sapere dove se ne era andata. il vampiro fu molto deluso e dispiaciuto di questo. <<Io te l’avevo detto che non gli fregava niente di te! lei mirava solo a farsi e basta!!>> Lui insisteva a non crederci e diceva: <<vedrai che tornerà da me>>. E io <<sì, forse solo nei tuoi sogni di vampirio!>>. Dopo tanto tempo che lei non si faceva più sentire lui mi diede ragione e cadde in una depressione allucinante. Ma questa è un’altra storia.

commenti
  1. stefi71 ha detto:

    ciao Mimmo, come va? il tuo racconto mi è piaciuto, forse il vampiro lo conosco pure io. sono storie note per molti di noi, ma molte persone non si immaginano minimamente cosa accada in un mondo parallelo al loro che non incontrtano quasi mai e quando questo succede ne hanno paura, ma solo per il fatto che non lo conoscono. è giusto parlarne!
    il mese scorso, una sera che passavo da Bo, ti avevo intravisto fuori dalla coop. dei Martiri, volevo salutarti ma ero con mio figlio e non mi sono fermata! saluta Patti
    stefania

  2. nelia ha detto:

    bello il racconto!I tuoi post son sempre carini! 🙂 ciau

  3. massitutor ha detto:

    Ciao Stefi! che bella sorpresa ritrovarti! Davvero, fatti sentire più spesso. Hai colto il giusto spirito del vampiro.

    E benvenuti anche agli amici di Nelia… dico bene?

  4. anonimo ha detto:

    ciao stefi ma sei tu? sei quella che in passato ci…………… sei alta come mè e hai i capelli castani? se sei tu mi fà piacere se sei tu perchè quando ti vedo non mi saluti mai? risp. ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...