Diegodag diventa buono

Pubblicato: 5 ottobre 2007 da massitutor in musica

testadeporcu live

Sabato scorso. Concerto dei Testadeporcu al Sinister Noise di Roma.
Sono in apprensione, o ansia, o come cazzo si dice. E non per quello show che fra sei ore dovremo sostenere e rendere come al solito impeccabile.
No.
A dire il vero questa è l’ultima cosa di cui mi preoccupa, ‘che tanto l’impeccabilità è ormai di casa dalle nostre parti. Basta solo mettere il pilota automatico e le nostre schegge di 30 secondi esplodono come fuochi artificiali puntati sulla folla a 230bpm, mandando al manicomio i presenti. E sarà anche meglio che ci vadano, al manicomio. Con quella merda di cachet che club e centri sociali danno è indispensabile puntare sulla vendita dei cd e non tanto sul cachet. E se fai cagare non li vendi. Non è il nostro caso. Siamo fuori dal mainstream ma ci pisciamo tutto e tutti. Lo sappiamo benissimo noi che siamo su. Lo sanno benissimo quelli che stanno giù a farsi trinciare timpani e cervello.
In genere la media è di dieci cd venduti a sera, speriamo sia così anche stavolta.
Comunque, dicevamo dell’apprensione, o ansia o come cazzo si chiama.
Questa roba deriva da un qualcosa che di artistico ha ben poco. E si chiama amore.
Suono un genere nel quale non c’è tanto amore, se non per sé stesso, ma ora mi ritrovo da tre settimane immerso in una storia tanto bella quanto improvvisa. Innamorato come un quindicenne ritardato. Corrisposto. E in paranoia. Magari fossero tutte così le paranoie, direte voi. Potrebbe essermi morto qualcuno. Potrei essere malato. Potrei essere solo e senza amici. E invece sono solo innamorato. La psicologia personale è un fattore del tutto individuale e io non so che cosa cazzo farci.
Non penso al concerto che io e Trotta dovremo sostenere, penso solo che ne’ stanotte ne’ domani la vedrò. Ma non è nemmeno questo il punto. Il punto è che se la vedessi sarei ancora più in apprensione, questo pur avendo una voglia tremenda di vederla. Un’apprensione dolcissima, certo, ma pur sempre apprensione, che per brevità chiameremo “futuro”. O meglio, la visione sfocata di esso. Non ho mai vissuto alla giornata, me ne rendo conto solo in momenti come questo, a me il futuro piace averlo ben chiaro e sviluppato in testa, e se il suo percorso, almeno nella mia mente, è ben saldo, non ho ancora sviluppato il potere di poter prevedere anche quello degli altri. Il fatto è che non mi ricordavo nemmeno più di come anche certe persone possiedano la facoltà di diventare una droga. Questa roba fa paura.
Vedete, a me l’amore fa questo effetto: andrà bene? Cazzosìvogliochevadabene. Andrà male? Cazzonononvogliovadamale.” Tutto qui? Direte voi, e “sticazzi”, dico io.
Vorrei essere Dj Gruff in "versi di passione", o qualcosa del genere, lui pare che se le passi tranquillo le sue storie, del resto è un fottuto genio.
Faccio fatica a tenere gli oggetti in mano, la mesaboogie mi scivola e cade. Dentro ha 12 stronzissime valvole. Saprò solo durante il soundcheck se mi toccherà chiedere al chitarrista dei Thrangh il suo ampli, che nel caso andrà distrutto giacchè io suono il basso.
Successe anche l’11 settembre 2001, il giorno dei fuochi artificiali di qualche buontempone al Wtc. Ricordo che dovevamo partire per una data a Rimini e l’ampli mi cascò, solo che quella volta non ero innamorato, strano perché a me le cose cadono dalle mani solo quando sono innamorato.
Beh, tanto per raccontare, l’ora in cui il primo aereo centrava la prima torre eravamo in sala prove a caricare il backline, del tutto ignari, e io stavo bestemmiando, sopratutto la madonna, per questo incidente.
Durante il viaggio Mr. Jamming, il fonico, continua a ustionarci i coglioni con la cassetta dei Cream dal vivo; nonostante per me siano il male assoluto lui continua ad intesserne elogi scomodando concetti quali "rilassanti" e "ottimi per il viaggio", concetti che in questo contesto risultano astrusi quanto i ragionamenti che spingono qualche mentecatto a visitare il Mambo.
Personalmente ho sempre odiato la cosiddetta "musicadaviaggioinfurgone". E’ un concetto che in natura non esiste. C’è solo musica di merda e musica non di merda. I Cream stanno giù nel primo girone, assieme a Crosby, Still, Nash and Young, Bob Dylan e naturalmente Eric Clapton, più svariati e molti altri che non starò nemmeno qui ad elencare visto che purtroppo di gruppi indiepop ce n’è una marea e fanno tutti lercio al cazzo. Altro che furgone.
Comunque, l’autostrada è talmente libera che nemmeno decidiamo di fermarci all’autogrill per il consueto camogli tocciato nella redbull. Probabilmente è circa verso Faenza l’ora in cui il secondo aereo centra la seconda torre, all’altezza di Forlì crolla tutto.
Quando arriviamo al locale non sappiamo ancora un cazzo, loro hanno cercato di avvertirci, scopriamo così che nessuno di noi ha il cellulare acceso perchè siamo tre cazzoni. Ognuno confidava sul telefonino dell’altro. In ogni caso il concerto è stato annullato, così come ogni altro spettacolo in tutto il mondo.
Non ho mai odiato così tanto gli americani come questa volta.
Alessandra, questa volta non ci saranno aerei suicidi, non penso che sarà il giorno in cui qualche pagliaccio in vena di esportare democrazia deciderà di spedire una testata nucleare su qualche villaggio, credo si possa ragionevolmente esser sicuri che non cadranno meteoriti e che dopodomani dormiremo insieme abbracciati nel tuo letto, per me così nuovo e caldo, vedi? Ci sto girando attorno, e anche se tutto ciò è fuori contesto, voglio dirti che ti amo. Cazzo. Ti amo.
Ancora non te l’ho detto, ma spesso anch’io mi sento "fuori contesto".
E spero tu lo possa verificare e apprezzare nel tempo.

commenti
  1. saxo16 ha detto:

    Ma vaff…………….nasami la PUTRELLA

  2. simpit ha detto:

    Diego adesso gli artisti hanno difficoltà a farsi conoscere e i più famosi con le case discografiche ci rimettono con il p2p., c’è chi dice invece che mettendo la loro musica nel fil sharing hanno avuto la possibilità di farsi conoscere.Resta di fatto che un buon concerto lo si vede volentieri e si paga il biglietto, leggendo le tue parole, volentieri, dietro gli artisti ci sono ore di lavoro fatiche e soddisfazioni, ma ora, per molti musicisti emergenti, rimane l’esibizione live l’unico modo per rifarsi delle spese.E’ interessante sapere che riesci a vendere cd durante i concerti.C’è anche la passione che la fa da padrona.Grazie ad internet e al file sharing son contento che i colossi discografici ci rimettono e quindi viva le esibizioni live come le tue

  3. massitutor ha detto:

    magari Diegodag, in realtà, non è mai stato cattivo… no?
    Mi fa piacere che stai vivendo questo momento. Posso dire di sapere di cosa parli! Vai!

  4. anonimo ha detto:

    bè prima ho poi l’amore arriva per tutti.cerca di tenere la testea sulle spalle

  5. DylanFrog ha detto:

    Come Indagatore dell’incubo, non mi sveglio mai con una donna. Passo con loro fantastiche notti, ma nulla. La mattina non ci sono più. Allora passo al mio galeone. Ma non è la stessa cosa. Ahimè. Una donna….Le donne…Giuda balzerino

  6. anonimo ha detto:

    Complimenti! Non è facile innamorarsi..Credo che in fondo sia necessario essere liberi da almeno un migliaio di cazzate che ci circondano e cercano di trapassarci (anche nel senso mortale) Forse l’amore è vita perchè altrimenti non esisterebbero gli uomini e le donne, ma mi brucia un occhio e questo è un pensiero troppo complesso da fare con un occhio così stronzo!
    Sono contento per te! Io ti trovo bene, e non è poi così vero che sei diventato buono, altrimenti abbandoneresti le tue composizioni “pazze” per dedicarti al folk romantico che hai dimostrato di odiare..non ti ci vedo
    Non c’è bisogno di tenere la testa sulle spalle, tanto quella ci sta lo stesso. Se puoi cerca di non tenerla sulle spalle, avrai la stima di tutti..anche se sembra invidia

  7. anonimo ha detto:

    diego attento a dire ti amo è una parola troppo grande.

  8. anonimo ha detto:

    E bravo Diego! sapevo che dietro quella “scorza”…in fondo in fondo…avevi un cuore di panna! Ci si sente migliori quando si ama, in pace con il mondo e con i sensi…sembra tutto così bello…anche il centro diurno per caso? ci si lascia scaldare dal sole e sembra di non averlo mai visto speldere così forte…Sono felice per te, te lo meriti…a presto…
    Un animo romantico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...