I Pro e i Contro della Libertà

Pubblicato: 27 novembre 2008 da massitutor in lavoro, libertà, operatori dispari
pigsIn una versione apocrifa del famoso episodio tratto dall’Odissea, Lion Feuchtwanger sostenne che i marinai ammaliati dalla maga Circe e trasformati in scrofe, trovarono oltremodo soddisfacente la loro nuova condizione e si opposero disperatamente ai tentativi di Ulisse di ridare loro sembianze umane.
Allorchè questi disse loro di aver trovato delle erbe magiche in grado di spezzare l’incantesimo che li imprigionava e che essi sarebbero presto tornati nuovamente uomini, i Marinai/Scrofe se la dettero a gambe a tutta velocità piantando in assi il loro Zelante Salvatore.
Alla fine questi riuscì a prenderne uno e a strofinargli l’erba magica sul dorso; ed ecco che dal corpo setoloso dell’animale spuntò fuori Elpenoro, un uomo, sotto tutti i punti di vista assolutamente normale. Il "liberato".
Elpenoro non fu affatto grato a Ulisse di tale liberazione e attaccò furiosamente il suo "liberatore":

E così sei tornato, farabutto, ficcanaso che non sei altro? Vuoi tornare ad affligerci e tormentarci, desideri ancora esporre i nostri corpi ai pericoli e costringere i nostri cuori a prendere sempre nuove decisioni?
Com’ero felice; potevo sguazzare nel fango e crogiolarmi al sole; potevo trangugiare e ingozzarmi, grugnire e stridere, ed ero libero da pensieri e dubbi: "Che devo fare, questo o quello?"
Perché sei tornato? Per rigettarmi nell’odiosa vita che conducevo prima?

Z. Bauman
commenti
  1. simpit ha detto:

    Apocrifa:”ciò che è tenuto nascosto”, “ciò che è tenuto lontano (dall’uso)”
    BeneZac quando sono uscito dal coma mi sono fatto la stessa domanda:”Perché sei tornato? Per rigettarmi nell’odiosa vita che conducevo prima?”

  2. anonimo ha detto:

    sono carlo anchio o letto l’odissea,e dico il bello del libro e quando i personaggi si scannano per vivere,o per essere uno più forte dell’altro,sul discorso scritto e un po diverso parla di condizzione e vero molti si rassegnano perchè credono che sii l’unico modo per andare avanti e il discorso per molti e verità pochi quelli sfregati dall’erba magica,pochi ma qualcuno che si salva sempre i prediletti del destino,i fortunati tra gli sfortunati quelli che poi riescono a sopravivere sino al ritorno delle propie libertà Ciao CARLO MONTRESORIjus

  3. balza73 ha detto:

    E’ un argomento interessante questo. Soprattutto riguardo al nostro lavoro. Perchè coinvolge chi è perduto e chi, in teoria, è nel ruolo di fare qualcosa per aiutare.

    In realtà credo che gli uomini purtroppo non sono pronti alla libertà. Per questo hanno avuto così tanto successo le dittature e prima i Re e gli imperatori. La libertà presuppone impegno e sbattimento, non è una cosa comoda.
    Tanti poi pensano che la libertà significhi poter fare quello che ci pare… allora poi si apre il tema delle regole. Ed è uno sbattimento che non ho neanche voglia di fare… a proposito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...