Quasi…

Pubblicato: 30 luglio 2010 da massitutor in laboratorio

cartello

Il blog Asfalto si butta dentro alla pausa estiva stremato da tutte le botte ricevute quest'anno. Al momento non so se e come riusciremo a ricominciare a lavorare ai primi di settembre: dopo gli amici che ci hanno lasciato, i tagli che hanno azzerato i Laboratori, l'indifferenza generale e adesso questa assurda tragedia che ha coivolto un nostro caro amico. Forza Simone! Non possiamo che sperare, con tutte le nostre forze.

Intanto cerchiamo di fare cassa: vendiamo al miglior offerente il blog Asfalto così com'è, in modo da poter riprendere con entrambe i laboratori, qui nel Centro diurno di via del Porto. Forse, in agosto, potrebbe succedere qualcosa sull'omonimo gruppo su Facebook… per chi sarà connesso.

commenti
  1. marcotovoli ha detto:

    Tristezza…portami via…Ed ora speriamo che giri la sorte e ci tocchi un pò di fortuna.Ci vediamo!

  2. massitutor ha detto:

    La strada è una bestia ferita.E' la rabbia dalla paura.

  3. anonimo ha detto:

    ho da poco conosciuto questo blog e gia' sento che e' un peccato che chiuda.aggiornateci sulle condizioni di simone!

  4. massitutor ha detto:

    Ciao nuovo amico!Continua a seguirci e vedrai che da qualche parte questo Blog troverà pure casa. Chi lo sa!?Conosci il nostro caro Simone?Purtroppo Simone è in enorme difficoltà. In ospedale.Forse per il momento è meglio se ci sentiamo privatamente. Scrivimi quiviadelporto@gmail.coma presto

  5. anonimo ha detto:

    Sono una ex si Simone vorrei sapere come sta? Sono rimasta male del fatto successo mi puoi far avere sue notizie? Dove posso scriverti?grazie ciao

  6. massitutor ha detto:

    Oggi alle 14,00 andrà in onda su TG Regione Emilia Romagna un servizio di Nelson Bova sulla chiusura dei Laboratori Prova & Riprova e sulla fine dell'esperienza di Asfalto.

  7. anonimo ha detto:

    Ieri ho sentito parlare Don Gallo, un "prete di strada" di 82 anni con una grinta e una voglia di urlare al mondo di non fermarsi che fa invidia! Di fronte a notizie come la chiusura dei Laboratori la prima reazione è quella di deprimersi e pensare che il lavoro fatto non sia servito a nulla………………   ok! facciamolo per un attimo, ma poi ripigliamoci e continuiamo a credere che progetti come questo,  che danno dignità e voce alle persone che nessuno ha voglia di "vedere" e di "ascoltare" non possono essere spenti, nè annullati da chi pensa che il flipper dei bisogni primari sia sufficiente a sollevare le coscienze di chi decide per gli altr,i non conoscendoli e non ascoltando chi lavora con loro e magari, forse, comprende  meglio quali sono i "bisogni veri" e non pensa solo ai "bisogni primari".                  Claudia, Massi, ragazzi, forza e coraggio che tanto un modo per andare avanti DEVE venire fuori!!!!Monica…………….. ma che cavolo fai??!!Una che c'è stata…….

  8. anonimo ha detto:

    caro Massimo a luglio ci siamo lasciati con lasperanza di ricominciare a setembre a deso dico che a ottobre saremo sempre qua a dire quello che il sistema non vuole vedere il decrado e siste sta a noi fare  ln modo di rederlo publico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...