Brutta notte senza luna

Pubblicato: 5 aprile 2008 da massitutor in Uncategorized

brutta_lunabrutta notte senza luna
fuori piove e non
si vedono le stelle

non resta che amarsi
per passare questa giornata
e sfogare
tutto quello che si ha dentro
tutto quello che si ha dentro

non importa il brutto tempo
quando l’amore è intenso
rallegra la sera
davanti ha un camino

guardarsi negli occhi
e bere un bicchiere di vino
gira la testa
incomincia la festa
e festa d’amore
passano le ore
la notte si fa più fonda

l’amore sempre più intenso
affonda…ah ah, sììììì
e dopo l’amore la stanchezza
incomincia a farsi sentire
poggi la testa per dormire
ma c’è ancora tempo per
l’ultimo bacio

poi ti addormenti e sogni
di camminare vestita di seta
tra i fiori e il vento

brutta notte senza luna
fuori piove non si vedon le stelle
non resta che amarsi per passare
questa giornata e sfogare
tutto quello che si ha dentro
tutto quello che si ha dentro

commenti
  1. simpit ha detto:

    già Carlo sono brutte le notti senza le lune ..ma porca miseria è un freddo bestia ancora. Ma quando arriva il caldo? non vedo l’ora

  2. massitutor ha detto:

    l’intimità e il calore di un bacio, di un abbraccio nel cuore della notte, mantre fuori piove: è questo soprattutto che manca a chi è senza la dimora, chi è privo di “home”. Parola inglese che meglio descrive l’insieme di relazioni, affetti, famigliarità che ospitano una persona ancor prima delle mura di una casa.
    Grazie Carlo per la tua poesia che probabilmente, come mi hai spiegato, proviene da un passato, eppure così vivo nella tua mente. Graize.

  3. massitutor ha detto:

    E poi A piedi nudi nel parco è una delle mie commedie preferite. Grazie per avermela fatta tornare in mente.

  4. anonimo ha detto:

    lo so la vita è cambiata in peggio naturalmente e tutte le volte bisogna inventare qualcosa di bello per renderla un attimo piacevole,un lavoro che a me riesce,anche perchè il cuore non sono neancora riuscito a venderlo e tutte le cose che scrivo sono dentro di me,solo in questo periodo o deciso di prestarle magari ho pensato che sia ancora la giusta linfa che fa crescere un grande albero in questo piccolo giardino,un modo di sentirmi libero verso gli altri e ofrire la mia stessa liberta almeno finchè dura….carlo montres

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...