Lasciaci andare via

Pubblicato: 28 maggio 2008 da massitutor in pensieri in libertà

andiamo via

Lasciaci andare via
da questo tempo
che non è il nostro

e facci andare
dove la vita è amore
soltanto amore

per stare sempre insieme
come la buona nave che ci vuole
per superare ogni tempesta

l’amore va avanti
tra giorni chiari
e giorni bui

si soffrirà, si supererà
ogni ostacolo, si combatterà
a pugni chiusi in fondo al cuore

e ogni volta
ci si guarderà negli occhi
per ricominciare
per non lasciarci mai

lasciaci andare via
da questo tempo
che non è il nostro

e facci andare
dove la vita è amore
soltanto amore

per stare sempre insieme
a pugni chiusi
in fondo al cuore

e ogni volta ci si
guarderà negli occhi
per ricominciare

per non lasciarsi mai
per non lasciarsi mai
per non lasciarsi mai

commenti
  1. anonimo ha detto:

    Hej complimenti all’autore della poesia…molto bella,profonda…veramente complimenti…!

  2. simpit ha detto:

    A Carlomontres,forte sempre più forte, un commento non si rifiuta mai

  3. massitutor ha detto:

    Carlo è arrivato in laboratorio questa mattina, con la sua abituale gentilezza e le parole sempre un po’ smangiucchiate, ma il pensiero ben chiaro in testa.
    E’ arrivato, si è sistemato al pc e ci ha stregato tutti con questa sua nuova poesia.
    Grazie.

  4. anarcom ha detto:

    Questa e’ davvero una bella poesia.complimenti davvero

  5. rollover969 ha detto:

    complimenti all’autore non sapevo che eri un poeta. ciao

  6. massitutor ha detto:

    Anarcoide dove sei!!! quand’è che cominci a fare sul serio? your tutor

  7. Concin ha detto:

    bella poesia…complimenti

  8. anonimo ha detto:

    Yo soy como el fracaso total del mundo, ¡oh, Pueblos!
    El canto frente a frente al mismo Satanás,
    dialoga con la ciencia tremenda de los muertos,
    y mi dolor chorrea de sangre la ciudad.

    Aún mis días son restos de enormes muebles viejos,
    anoche «Dios» llevaba entre mundos que van
    así, mi niña, solos, y tú dices: «te quiero»
    cuando hablas con «tu» Pablo, sin oírle jamás.

    El hombre y la mujer tienen olor a tumba,
    El cuerpo se me cae sobre la tierra bruta
    Lo mismo que el ataúd rojo del infeliz.

    Enemigo total, aúllo por los barrios,
    un espanto más bárbaro, más bárbaro, más bárbaro
    que el hipo de cien perros botados a morir.

  9. anonimo ha detto:

    ri risposta al testo n9 elà muciacioos che tiesto intillimanos,musiche dell’america latina flauti canti del CHè QUALCUNO QUI MI CONOSCE,E MI STA INVOGLIANDO A QUALCOSA in una possibile collaborazione che tiem po elàsdias muciacios carlo montresori

  10. anonimo ha detto:

    l’amore è come il fuoco non lo fate mai spegnere seno finisce il duca

  11. anonimo ha detto:

    claudia ……………………………….. e poi ………………………………….. …capito vero?

  12. anonimo ha detto:

    SUPER BELLISSIMA questa poesia complimenti al poeta.
    per il ducamimmo,sei come il prezzemolo.ciao SALUTA LA PATTY
    CINZIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...