La Zia e lo Zio

Pubblicato: 22 ottobre 2008 da massitutor in amicizia

Tante volte per chi vive per strada ed ha un cane è un impegno doppio per che se vuoi bene al tuo animale gli devi stare dietro specialmente quando il cane è piccolo per che gli vanno fatti tutti i vaccini e stando in mezzo alla strada ne ha più bisogno di chi vive in un appartamento essendo più al riparo di prendere qualsiasi malattia. Avendo gia tu il bisogno di mangiare tutti i giorni delle volte resta difficile trovare del cibo per il tuo amico a quattro zampe e con le persone che gia ti guardano storto per il motivo che avendo un cane e vestito in un certo modo ti affibbiano un nome che a Bologna va di moda é il “punk a bestia” e tanta gente ti scansa ma ci sono due persone che da anni tutti conoscono come la zia e lo zio e fino a qualche anno fa venivano tutti i giorni a portare da mangiare a tutte quelle persone che vivono per strada e anno un cane dandoti un riso che la zia prepara tutte le mattine con vari scatolette per cani e se il cane ha dei problemi di salute, ha un veterinario di fiducia dove ti manda a suo nome. Sono delle persone formidabili per che stanno facendo dei grandissimi sforzi per che tante volte ad aspettare loro ci sono molte persone e nonostante tutto nessuno va via senza niente, ora non vengono più tutti i giorni ma quattro giorni alla settimana avendo una certa età e la zia ha pure problemi di salute ma quando sta un po’ meglio vuole venire a vedere i suoi cani perché dopo tutti questi anni sono pure suoi. Noi tutti siamo molto affezionati a queste due persone che non saprei come descrivere anche perché non ce ne sono molte e forse non ce ne sono proprio, solo per tutto quello che stanno facendo per i nostri animali sono da ammirare. Hanno anche avuto problemi con i vigili che quando davano il mangiare in via Irnerio gli fecero la multa, non tanto perché sostavano in doppia fila, ma era la scusa per non farli più venire a distribuire il mangiare, ma loro non si sono persi d’animo dando l’appuntamento da un’altra parte. Dopo tutto questo tempo le persone con i propri cani sono cambiate: chi è andato via, chi ha perso il proprio cane e via discorrendo ma la zia e zio sono sempre qui a dare una mano a tutti quelli che hanno un cane senza distinzioni per nessuno.
A Bologna non è facile avere un cane per chi vive in strada o al dormitorio; dopo alcuni casi di aggressione sono state messe leggi molto restrittive ed ora ci vuole un patentino per certe razze di cani. Non parliamo poi se devi salire sull’autobus…
E’ straordinario che in un mondo in cui tante persone non arrivano alla fine del mese con il proprio stipendio, ci siano ancora delle persone come la ZIA e ZIO.

commenti
  1. simpit ha detto:

    che triste questa storia, cis ono persone incredibili al mondo

  2. balza73 ha detto:

    Amos raccontando questa bella storia e rappresentando questo esempio concreto di solidarietà umana (e canina) anche con questa bella immagine in realtà ci riporta ad un tema piuttosto serio: quello appunto del rapporto fra uomo e cane e, più precisamente, fra la persona che vive in strada e il cane: un rapporto che porta con se argomenti contrastanti e contraddittori.
    Cioè, da un lato avere un cane è un impegno enorme e per chi vive in strada lo è di più sicuramente; è un impegno che è spesso un serio ostacolo verso i primi passi verso il lavoro, gli impegni della giornata (fra ambulatori, uffici, assistenti, servizi, ecc) eppure il cane è lì, al fianco di molte persone di strada. Ho visto più gente tenute al guinzaglio dal cane, piuttosto che il contrario.
    Una scelta, quella di legarsi ad un animale, che come operatore critico quasi sempre (fra i denti o apertamente. Eppure si impara sempre qualcosa, qualcosa che la ragione e i libri non ti possono insegnare. L’altro giorno ho visto Amatar e il suo peloso Bomber che si salutavano, si abbracciavano, ridevano assieme in un gioco pieno di vita e calore. E allora non so più che dire… Perché no?.

  3. balza73 ha detto:

    Simpit… questo giochino della faccia è assurdo e inquietante al tempo stesso.

  4. simpit ha detto:

    rilassati però, non essere sempre così intransigente, be quite!, lascia andare, allenta la corda.A volte sembri un professore in una classe di indisciplinati.

  5. balza73 ha detto:

    macché dai!.. era un commento ironico: se me lo avessi sentito di persona avremmo riso assieme. E poi non puoi dire che non è così… ma dove le trovi ‘ste cose!? gRANDE!

  6. simpit ha detto:

    si è vero dietro il computer, mancano come ho già detto molte volte,le espressioni del volto (tanto per essere in tema) che per me sono fondamentali per capire una persona.Le parole mentono mentre gli occhi no.Ciaooo big MAx!!

  7. anonimo ha detto:

    Tutto vero poveri animali portati a spasso da delle bestie….

  8. anonimo ha detto:

    caro balza e simpit potete andare a fare i froci da un’altra parte!!!!!!!!

  9. simpit ha detto:

    si ,però non ci hai lasciato il numero di telefono e la tua via

  10. amatar ha detto:

    Non pensavo che cera delle persone cosi di merda che non sanno che sparare cazzate e si nascondono dietro utente anonimo o chi sa di sapere tutto.Ma delle persone come la zia e lo zio voi dovreste solo inparare e personalmente andate a FANCULO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...