L'Omino dei bagni

Pubblicato: 22 gennaio 2009 da massitutor in assistenze e bisogni, droga, estate, libertà, morte, radio asfalto, rielaborazione
 

A grande richiesta eccolo qua! Rimanendo in tema di BAGNI ho l’onore di pubblicare questo straordinario lavoro, che ha visto la collaborazione di Stefano Bruccoleri e Massimo Macchiavelli: il testo del nostro Stefano "Bici", come già era successo altre volte, è stato preso e interpretato da questo grande uomo di teatro e gigantesco amico che è Massimo, che ha lavorato questa volta anche al montaggio, alle musiche e agli effetti audio. E’ un progetto che risale ai mesi estivi dell’anno scorso; è rimasto nel cassetto fino ad ora solo perché avevamo in mente di montare questa elaborazione audio su un video. Fino ad ora non è stato possibile per vari motivi, comunque chissà: puo darsi che proprio l’ascolto collettivo di questo testo possa far nascere idee e collaborazioni nuove per costruire un piccolo corto.
E’ un testo che sporca i sensi e fa sentire la puzza delle vite underground, sotto il livello dell’asfalto. La voce di Massimo dona forza ad un testo già straripante di vita vissuta. E’ una voce che diventa un patrimonio, uno strumento, ma soprattutto è voce che conduce perché conosce.
Buon ascolto.
commenti
  1. analkoliker ha detto:

    Quanti ricordi, questa versione l’ho nel telefonino da allora ed ogni tanto la riascolto. Merda…..
    Grazie massimo e massimiliano

  2. analkoliker ha detto:

    http://analk[..] Prendo in prestito dagli amici bolognesi di Asfalto questo Post, frutto di una breve collaborazione avvenuta l’estate scorsa L’Omino dei bagni Discover BruBruccoleri Macchiavelli! A grande richiesta eccolo qua! Rimanendo in tema di BAGNI ho l’on [..]

  3. analkoliker ha detto:

    Anche questo secondo commentonol’ho messo io.Che succede?Max è mai capitato prima?
    Ho appena cambiato la pass,delblog. Speriamo

  4. Concin ha detto:

    cavoli, sembra tutto reale. Credo che la collaborazione Stefano-Massimo sia esplosiva. Bisogna che ne fate qualcosa di più, si un corto sarebbe una buona idea. Bravi, ciao

  5. simpit ha detto:

    stupendo lavoro!! è dir poco, eccezzionale non ho parole, basta ascoltare solo l’audio per lasciare andare via la fantasia e l’immaginazione per assaporarlo.
    E Massimo è sempre più in gamba.
    ..Morti che camminano morti che si sbattono…
    ..Morti che camminano morti che si sbattono…

  6. contropensiero ha detto:

    mi verrebbe da dire bello, ma non è la parola giusta, forse è meglio “pugno nello stomaco”. ad ogni modo importante. grazie

  7. kaberlaba ha detto:

    non so… certo che l’audio lascia spazio alle immaggini interiori, ma noi sappiamo, abbiamo visto,vediamo… non so propio,
    un corto psichelico?

  8. analkoliker ha detto:

    Cocin
    Bello vedere che qualcuno se ne sia accorto…

  9. anonimo ha detto:

    Grazie, grazie, grazie, tanti spettacoli, corsi anche film, ma che soddisfazione sentire che con il mio mestiere posso testimoniare emozioni positive e negative di un certo tipo di vita, siccome i puristi mi fanno notare la dizione, ribadisco che il leggere non impostato è una scelta per rendere il tutto più vero, se togliessi cadenza e accenti sembrerei proprio un attore che recita ma siccome quello che leggo in questo caso lo sento tantissimo credo che non avere impostazioni accademiche renda il tutto più vero più emozionante.
    un abbraccio
    Massimo M

  10. anonimo ha detto:

    Ragaz se volete il corto noi abbiamo telemera professional, programmi ecc.ecc.
    Massimo M

  11. analkoliker ha detto:

    Sarebbe bellissimo Massimo

  12. analkoliker ha detto:

    Credo però che ci siano troppe pause in questo montaggio, se posso dare un suggerimento lo farei più serrato, con pause brevi^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...